Dita Von Teese è una Cinefila, sì

Ieri sera su Sky canale 109 una strepitosa intervista a Dita Von Teese. E alla voce   “strepitosa” c’è chiaramente dell’ironia. Tralasciamo il fatto, perchè non è minimamente interessante,  che non rispecchia assolutamente il mio ideale di bellezza femminile e che la trovo carismatica quanto una polpetta al sugo ma la domanda è un’altra. E qualcuno deve davvero darmi una risposta perchè trascorro le mie notti nell’incertezza: perchè  stanno sponsorizzando questo Burlesque in maniera così spinta?

 

Cosa si cela dietro questa voglia di Burlesque? Fermo restando che si scenda in piazza per dimostrare che no. Non mercifichiamo il nostro corpo travestendoci da infermiere per ottenere posti di lavoro. Il fatto è che la tipa con il cerone bianco in faccia e tonnellate di eyeliner ha asserito con imbarazzante flemma  “il mio ultimo spettacolo si ispira al cinema orientale. Ho visto film cinesi della durata di cinque ore per progettare a teatro questa danza”. Nulla da dire, per carità. Sguazzare in una coppa di champagne nuda non significa essere una mentecatta che apprezza Vacanze di Natale in Egitto. Non vorrei cadere nel vortice del qualunquismo (anche se).  Mi attanaglia altro però.

Contando che lo spettacolo è durato la bellezza di venti minuti e nell’ordine:

1) si è dimenata su un palchetto rosso con dei dragoni disegnati

2) lisciava dei copricapezzoli a forma di cappellino cinese  ruotando il bacino

3) in preda ad un attacco di fuoco di sant’Antonio ruotava  le cosciotte facendo step. Su e giù e guardando in camera vogliosa.

perchè ha dovuto sprecare cinque ore vedendo un film cinese anni trenta per ispirarsi quando bastava  invece un soft porno a basso costo?

Annunci

Informazioni su Iaia

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Pubblicato il 8 marzo 2011 su Burlesque, Dubbi Amletici, Gossip, riflessioni profonde, strano mondo. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 15 commenti.

  1. Allora: il new burlesque è una ribalta del vecchio burlesque, che si avvicina di poco a quello che dita von Teese fa. Diciamo che ora il new burlesque fa molti spogliarelli, molti vedo/non vedo, ma non è niente paragonato al vero burlesque, quello che è nato nel 1800.

    A me piace perchè è una rivisitazione dell’emancipazione sessuale delle donne. Tu dirai. emancipazione una cippa lippa, si “prostituiscono” con la loro immagine, un pò come le veline. E invece no. Loro erano decise, sapevano che lo facevano per il loro “moto personale”. Poi c”erano ance le prostitute, ma vabbè.

    Ora come ora è diventata una moda, ahimè. Ma c’è ancora qualche via che prende spunto dall’ideologia primaria. Per esempio, il burlesque, non è Dita von Teese (che comunque a me piaciucchia, come bellezza). Perchè lei ha miliardi con cui si è rifatta naso, si può fare lifting, togliere smagliature, sbiancare la pelle e i denti; ha l’hair stialist, e vestiti griffati. Insomma, un pò facile essere un oggetto del desiderio, così. (che tra l’altro mi sembra che lei abbia detto “mi piace questo lavoro perchè in 20 minuti quadagno un sacco di soldi”. Insomma non è QUESTO lo stile.

    Lo stile burlesque è autoironico, motivante, sensuale. ti fa riscoprire come donna, ti senti bella, prendo spazio e accetti i tuoi difetti. e poi diventi molto più sexy. e ti diverti.

    sono di parte? si. Mi piace dta von teese? ni. Mi piace la sponsorizzazione del burlesque? Ni. (altrimenti non avrei potuto iscrivermi ad un corso ad un costo irrisorio). mi piace l’idea del burlesque? SIIIIII!

    • Non discuto Marty l’idea, il perchè , il come, il passato e il presente. Che potrebbe pure essere affascinante e intrigante. Me ne guarderei bene. . Discuto la serietà.
      Dover far passare uno spogliarello ( perchè quello era. e mi riferisco chiaramente all’episodio specifico. ribadisco) per una rivisitazione di un film anni trenta cinese.
      Ecco.
      Discuto solo questo.
      Perchè mascherarsi? Non avrei avuto alcun problema a guardarla dimenarsi. Però dopo che hai perso tempo a spiegarmi che per cinque ore hai visto film cinesi d’autore mi aspetto che tu muova le gambette in altro modo.
      Mi aspetto delle citazioni cinematografiche mentre ti accarezzi il polpaccio e degli ammiccamenti che riprendano espressioni dell’attore non protagonista.
      Altrimenti frasi dette tanto per dire. No.
      Per darsi un tono.
      Un’intellettualità che chiaramente non le appartiene.
      E’ un po’ come Eva Henger che fa l’opinionista. Mi sta bene, per carità.
      Ma che dica ” quella ragazza Rosa non è seria! ha avuto due ragazzi nella casa del grande fratello ! ma che ragazze ci sono ? che si danno via così presto? “.
      Ecco.
      quello non lo concepisco.
      Non credo sia molto scanzonato per quanto le riguarda se deve trovare stupidi e imbarazzanti escamotage per indossare copricapezzoli a forma di cappellino cinese scomodando grandi registi.

  2. Ecco, ora devo metterti nella rassegna dell’online di domattina. 😛
    Non commento, và, che c’è conflitto di interessi…

    Mi inviti o no in questo blog????????

  3. ok scrivo così ma mi dice che non è corretta
    ( va bene la smetto)

  4. inviata.
    per festeggiare vedo un film indiano di otto ore e ti faccio un balletto burlesque ispirato anche un po’ alla scena finale del milionario, occhei?

  5. ghghghgh *ridofortissimo
    E comunque Dimmola mia se vedessi quanta sensualità alberga in me .
    vincerei senza neanche partecipare.
    Il Nipptorinese citandoqualcunodimoltocaroanoi. Mi ha detto che sono più sexy che sintetica.
    così. giusto per dire.
    ( ho visto tre nanosecondi i casting su sky. e continuo a ripetermi : perchè? c’è qualcosa che non so ? cosa cela questo burlesque? è diventato una sorta di setta del bimby e non ne so nulla? )

  6. hendrixandme

    ho pensato! (e qui partono gli applausi). Stasera mi vedo tutta la saga di guerre stellari e domani faccio il burlesque vestita con la cartaargentata e i guanti di pellicola trasparente. Mi tuffo nella vasca dei pesci fingendoli alieni! e mi metto tanto mascara che a metà spettacolo dovrò appoggiare le ciglia ad un trespolo apposito, anch’esso in domopak, per evitare che mi cadano le palpebre superiori.

  7. *angolo del pettegolezzo* Ricordiamo che Eva Henger ha avuto un incidente per il quale l’hanno tenuta in coma farmacologico una settimana e dopo il risveglio ha raccontato fermamente convinta che ha visto la luce, una potenza mistica/aliena ed è diventata cattolicissimissima. (cattolica perchè hai visto gli alieni? qualcosa non mi torna.) *Fine angolo del pettegolezzo*

    Comunque la mia non voleva essere una risposto seria e dire “blabla cosa offendi, blabla” anzi. volevo dire che mi piace il burlesque, tutto qui. Poi, si la Dita potrebbe fare molto di meglio viste le sue doti culturalmente attive. Ma ce la teniamo così. urtroppo non c’è niente di così brlesque al mondo. Anche il film della Cher e della Aguilera è scontato e troppo preciso. Ma cosa credi, utente che sei andato al cinema, che sanno tutte ballare e cantare così e scivolano su un gradino per 25 secondi sgambettano per aria? ma va.

    Però l’anima del burlesque è molto intrigante.
    *angolo del pettegolezzo* ma lo sapete che Dita von Teese s’è fatta rifare la patatina?! mama!*Fine angolo del pettegolezzo*

    ah comunque per lady burlesque sono rimasta scioccata pur io!

  8. Non è tanto diversa da chi mostra tette e chiappe in Tv, diciamolo.

    Preferisco lei http://tinyurl.com/4bodwma

    Ps: La Henger è vergognosa nella veste di nuova ( finta ) puritana!

  9. Boh però a me il film “Burlesque” mi è piaciuto un sacco… le canzoni quando le sento mi fan voglia di essere FEMMINA con tutte le lettere maiuscole e di cambiare tutto l’armadio. Però, appunto, femminia! Cioè…. è sensualità più che sessualità. Ecco 🙂

  10. allora, innanzitutto io le polpette al sugo le trovo estremamente sexy, quindi che paragone avvilente che abbiamo scelto, Iaia! la polpetta è molto meglio 😛

    la Dita la trovo simpatica, il suo look mi garba, non la ritengo di certo una mia icona di stile ma la preferisco alla Flavia Vento sicuramente. per il resto, no comment. la storia dei film cinesi di 5 ore la trovo ridicola anzichenò.

  11. Giuro formulo due frasi comprensibili domani.
    Perchè adesso proprio non ce la faccio ma una cosa voglio dirla.
    Oggi Eva Henger ha detto di nuovo che no.
    Non ci sono più le ragazze serie di una volta.
    uccidetemi. vi prego.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: