“Come si fa a conoscere gente?”

Venerdì scorso ero alla Notte Bianca a Firenze. Siccome ero partita in solitaria ho chiamato un mio amico e mi sono aggregata a lui e al suo gruppo. E ho finito la serata a chiacchiera con due ragazze: la prima una vecchia conoscenza, la seconda appena conosciuta. Ovviamente il discorso è ricaduto sugli uomini. Io poco vogliosa di dire la mia, anche perché ultimamente c’è poco davvero da dire, mi sono limitata soprattutto all’ascolto. E insomma, alla fine, dopo ore di lamentazione sull’universo maschile, dopo i resoconti sui fidanzati storici e le toccate e fuga…. la domanda è sempre quella “ma come si fa a conoscere gente?”.

Io in questi ultimi 4 anni per conoscere gente me le son0 inventate un po’ di tutti i colori,  a partire dalla classica palestra (che per me è come andare al patibolo), passando per il multiblog e il teatro. Nonostante tutti gli sforzi, sinceramente ultimamente di fauna interessante non se ne vede. Quindi, parliamone tonne (single e non). Ma come si conosce gente… interessante?

Annunci

Pubblicato il 3 maggio 2010, in Consigli con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 72 commenti.

  1. Io l’ho conosciuta grazie ad enormissimo culo (sia fisicamente che altro).

    In real life non so quante persone avrei conosciuto, ma grazie a internet e social network ho instaurato: 3 fidanzamenti di cui quello attuale di 7 anni (e 3 di convivenza) e numerose amicizie di quelle “ci siamo visti e siamo amicici” sparsi per l’Italia .
    Grazie ad un monitor molte persone sono andate oltre al “toh ‘na persona bassa e grassa” e mi hanno conosciuta per come sono dentro. Bisogna avere culo però 🙂

  2. esatto, il culo aiuta 🙂

    conoscere gente interessante…mmmm fammi pensare….
    è che secondo me c’è scarsità di gente interessante. a parte le tonne qui dentro.
    di interessanti nella mia vita ne ho sempre conosciuto pochi, e più “cresco” e meno ne conosco.
    sarà che sono meno boccalona? 🙂

  3. Selena su internet ho già dato… ho conosciuto il mio ex storico (4 anni), dopo di lui ho conosciuto qualche tresca.
    In realtà ho conosciuto anche la mia attuale migliore amica e un po’ di altra gente. Ma ora non son proprio nello spirito giusto per star dietro ai vari network, a parte facebook dove però i contatti sono tutti reali.
    Anche perché diciamolo… su internet è vero, ti aiuta per i primi passi, ma a volte ci trovi gente ai limiti dell’assurdo.
    Quindi tolto internet…?

    Bibi… “è che secondo me c’è scarsità di gente interessante. ” sante parole! Almeno… c’è scarsità di uomini liberi ed etero interessanti. Ecco.

  4. La mia dolce metà l’ho conosciuta nel modo peggiore del mondo, era un amico del mio ragazzo. Che poi a sentire dopo le versioni per il mio ex erano amiconi supermega più *anche se all’inizio ne parlava solo come di un ex compagno del liceo con cui non si sentiva quasi più* e per Fabber erano stati amici e ora si frequentavano alla buona. By the way abbiamo fatto amicizia per la festa di compleanno a sorpresa del mio ragazzo, siamo rimasti amici anche se lui aveva la cottarella e quando con il mio ex è finita beh è successo tutto il resto ._.
    Però ecco sul non conoscere gente interessante concordo, ho qualche amicizia forte a cui tengo tanto ma davvero mi piacerebbe un sacco ingrandire un po’ ._. Vorrei la tavola piena di gente che mangia quello che cucino e che spara stronzate e gioca alla wii e per carità le persone che amo sono stupendissime ma ogni tanto mi piacerebbe fossero un pochino dippiù =)

  5. Oh mi raccomando: se scoprite come si fa fatemi sapere pure a me!!!!! 😀
    Niente non c’è verso…o sono io che sono rompic… esigente (e purtroppo mi rendo conto che più invecchio peggio divento…) oppure è come dice fuffra “c’è scarsità di uomini liberi ed etero interessanti”….già….lo penso spesso anch’io.
    E oltre alla scarsità anche se incontro uno, mi rendo conto che nonostante i buoni propositi (tipo: stavolta voglio un uomo indipendente, che prende decisioni da solo, che mi dice “Ehi io c’ho voglia di andare a fare un week end in Toscana: sabato mattina partiamo”, forte di carattere, risoluto, ecc….) finisco sempre per incontrare (leggi: “affezionarmi”) al ragazzo timido e introverso, che non si decide neanche a chiedermi di uscire….
    Soluzioni? Suggerimenti?

  6. Yli=yliharma77 … non mi andava di loggarmi e poi sto 77 alla fine (che sennò il nick era già preso) è di angoscioso….sarà perché è l’anno di nascita?? 😛

  7. io so che possa sembrare più difficile e forse lo è…. ma non voglio/posso credere che l’unico modo per conoscere nuova gente sia affidarsi ad un monitor!!!!

    Cioè… è la via + facile e anche quella che ci fa sentire più protette, ma di sicuro nn ci riporta al nostro ambiente più vicino!

    Come si conosce nuova gente? Beh, coltivando le amicizie su cui non avremmo scommesso due lire: i colleghi di lavoro, le amiche della piscina/palestra, quei tizi conosciuti a quel congresso o a quel particolare incontro, la comitiva di nostra cugina, di nostro fratello/sorella o di quella vecchia amica del liceo/università incontrata per caso… insomma un pò di slancio e si esce con qualcuno, questo qualcuno ti presenta degli amici, e di persona in persona forse qualcuno di interessante arriva!

    • Sai cosa…? Questo sarebbe anche vero. Se funzionasse nello stesso modo in tutti i posti. Il problema è in alcune città è più difficie. Io, come affermavo nel post, vivo a Firenze. E sono pure fiorentina. Però… a Firenze, nonostante uno si faccia l’idea che la gente sia così simpatica e gioviale (a causa dei vari comici fiorentini o comunque toscani che circolano in TV), la realtà è ben diversa. I fiorentini sono chiusi. E difatti i miei amici più intimi, quelli che frequento assiduamente, non sono fiorentini: sono “importati” o con genitori “importati” dal Sud. Con loro il metodo diciamo del passaparola potrebbe funzionare. Con i fiorentini no. I fiorentini se escono con te, escono con te… non gli passa nemmeno in mente di dire: “porto un amico nuovo che nessuno conosce”. E se lo incontra per strada non te lo presenta (questo lo faccio anche io perché da fiorentina è un abitudine difficile da togliermi). Insomma… ci si potrebbe scrivere un intero post sui fiorentini… ih ih

      • cioè…. fammi capire: se sei con una tua amica per strada e una di voi due incontra una conoscente non la presenta all’altra????!

      • Diciamo che non è un atteggiamento che ci viene così spontaneamente, no… lo so che sembra assurdo, ma è così. Tipo anche sabato alla notte bianca ho raggiunto un mio amico, alcuni dei suoi amici li conoscevo, altri no. Ma mi sono presentata io e non a tutti, non usa proprio fare le presentazioni… il che certo non aiuta a conoscersi…

      • No, chiedevo meravigliata perchè ho una mia collega che si sta specializzando in Radiologia proprio a Firenze e mi raccontava di come la gente sia molto chiusa e di quanto stia trovando difficoltà a fare amicizia… e lei è una tipa molto solare e socievole, quindi credevo esagerasse!!!

        Va beh, dai, paese che vai, usanze che trovi, ma sono sicura che anche lì ci sarà di sicuro un modo per conoscere gente… magari cambiando le regole! 😉

      • Dì alla tua collega che ha tutta la mia solidarietà. Poverina… io te l’ho detto, negli ultimi anni mi sono circondata di calorosa gente del Sud. E vivo meglio. Le regole si possono cambiare, hai ragione, ma non è così immediato perché a volte sono così interiorizzate!

      • Heiii ma c’era bisogno che scrivevi questo commento in internet? Non potevi chiamarmi al cellulare ? serei venuto immediatamente e conoscerti 🙂

  8. ireoslastrega

    Io ho conosciuto il mio moroso su internet insieme a tante altre belle persone (e non).
    Non voglio denigrare il “conoscersi via chat o forum”, internet ormai è parte fondamentale delle nostre vite e poi mi ha dato tanti bei ricordi, però se posso scegliere preferisco i “vecchi metodi”: l’energia dell’incontro faccia a faccia è più diretta e l’euforia della nuova conoscenza va in circolo con più rapidità.
    Però Devo essere in vena o la Misantropia regna sovrana.

    Il discorso comunque è molto lungo (vi voglio bene quindi riassumo): la mia vecchia relazione mi aveva lasciata cornuta e praticamente senza amici causa sua eccessiva gelosia, e la mia compagnia era composta solo da baldi giovini.
    Single, mi sono lanciata nell’incontro delle persone del forum che frequentavo al tempo (esoterismo, paganesimo ecc.) oltre a recuperare il più possibile i vecchi amici.
    Dai raduni sono nate bellissime amicizie e bellissime coppie che durano tutt’ora.
    Poi però c’era e c’è l’altra mia quotidianeità, fatta da quei buchi di tempo in cui non sono davanti ad un PC, e allora come si fa?
    Si cercano gli spunti comuni, ad esempio: prendo l’autobus tutte le mattine e insieme a me ci sono ragazze della mia età…beh perchè non fare amicizia, una cosa in comune (l’autobus) già ce l’abbiamo.
    E poi, si lavora tutte in Centro? Bene. Perchè non organizzare un pranzo o un’ora di pausa da passare in giro per negozi…Poi da cosa nasce cosa.
    Così anche il lunedì mattina è un po’ meno pesante perchè CONDIVISO (e non solo su FaceBook).

  9. ho conosciuto Sick su internet e questo fa di internet un luogo bruttobruttobrutto mi verrebbe da dire se prima non dovessi dire che mi siete mancate da impazzire e che dovrei smetterla di sparire quando ho le paturnie.
    e rimanere per.
    e soffrire meno senza forse.
    perchè ad esempio io fuggo dal confronto quando paturnieparanoieproblemi.
    fuggo e.
    ma la voglia di cambiare mi porta a scrivere adesso senza pensare.
    e credo sia anche per me il momento vogliadiconoscerequalcunodinuovo.
    Credo fermamente nel contattoweb, ormai. Sarà perchè non mi sono basata sulle apparenze ma sui contenuti e questo “catalogo” virtuale permette di carpire quello che su un autobus-al supermercato-cena con amici comuni-a volte non si coglie. non si vuole cogliere. non si può cogliere.

    Leggendo un blog, un giudizio, un commento o un tweet o uno stato beneomaletuttattaccato qualcosa.
    sì.
    Da una foto, un’espressione.
    Per certi versi mi rendo conto che è un modo di ragionare errato e che untemposuccedevache.
    Ma adesso quel tempo non è più.
    Mi sono rimproverata più volte per non aver avuto il coraggio di confrontarmi ergo di non conoscere tutte le meraviglie(soprattutto voi e non lo dico per dire ma lo dico perchè lo voglio e devo dire a onor del vero ) che ho avuto la fortuna e di incontrare qui. sul mio blog ,chiaramente.
    Per paura di deludere. Per paura di non essere maghettastreghetta.
    E per fare un po’ di psicologica da supermercato: per paura di non essere all’atezza.
    E’ proprio il periodo (e quindi mai come adesso questo post sembra essere azzeccatoazzecatissimo) invece che la voglia di confrontarsi e mettersi alla prova.
    E’ arrivato.
    E disperatamente cerco di essere più me stessa e al tempo stesso di non avere paura di esserlo e rassegnarmi al fatto che non si può piacere davvero a tutti e che in quel caso non sarebbe una sconfitta ma che ci potrebbe essere altro per me e per l’altro/a.

    *mi siedo sul lettino e continuo o siete fuggite tutte?

    e comunque sì.
    Io dovrei cominciare a fare il tour maghettastreghetta in italy e venirvi a trovare singolarmente ad ognuna di voi.
    costringendovi poi a volermi bene puntandovi la mia luparadaborsettainmadreperladielokiti.

    La verità è che con i trenta anni arriva la depressione.C’è poco da fare.
    e dopo il punto dovrei fare lo spazio ma cielo è tutto così complicato, maledizione.

    • Maghettì…. opppppperdincibacco: LA PIANTI????

      La depressione arriva a 30 anni ma anche a 29 (telassssssssssssicuro), quando ti rendi conto che la viita di cacca che fai ti sta facendo spuntare una marea di capelli bianchi proprio quando hai deciso di non tingerti + i capelli (so problemi seri, llllllllloooosssssoooo!), o quando vedi che tutte le tue amiche tutte ma proprio tutte si sposano quest’anno e tu devi fare pure da testimone, e già parlano di bambini…. e invece te hai l’unico amore della tua vita che vive a millemila Km da te (non l’ho conosciuto su internet ma sono riuscita a trovarlo lo stesso a Genova – PS: io sono di Napoli!!!!) e la distanza complica già due caratteri complicati da unire!!!!

      Dicevo…. la depressione arriva anche a 29 anni quando ti rendi conto che c’hai un’età e invece stai ancora a farti mille paturnie da adolescente insicura…. quando al lavoro sembri una dia e invece nella vita privata vorresti solo nasconderti.

      Si insegue sempre il mito della perfezione… il voler “piacere a tutti”, e invece sto scoprendo l’assoluta bellezza delle imperfezioni, l’assoluto fascino delle fragilità e delle insicurezze…. si, le insicurezze: quanto è bello essere fragili e fallibili…

      E poi, dolcissima bellissima Iuiù… non può proprio succedere tu non sia “all’altezza”: a parte il fatto che sei una pezza di stanga di un metro e ottanta quasi e mi fai sentire una nana… ma poi tu sei tu! E non potrebbe essere diversamente che così!

      Ok… deciso… quando ci vediamo? 😛

    • ti aspetto a Bologna, muoviti, sei ancora lì?????????
      SEI LENTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!

      hihihihihhi ^^ il maghettastreghetta tour, sì ti prego, fallooooo!!

      O meglio, facciamo un raduno Tonne!!
      Secondo me, tra un po’…quando saremo + assestate.. lo faremo, ce la faremo.. quest’estate? chissà!!!!!
      Quando i tempi (e le ciliegie -così, per dire qualcosa che mi piace molto haha) saranno maturi!!!

      io credo di sì, no?
      sìsìsìsìsìsì

      ps. uff anch’io è ora che torni ad esser + presente..uff!!!!

  10. Non ho bisogno della luparadaborsettainmadreperladielokiti ma t’assicuro che mi spaventerebbe.
    Per quanto riguarda il “piacere a tutti” è impossibile, si sa… e la perfezione, poi… ohhhhhhhhh quant’è noiosa!
    Si cambia, si cambia… pensavo ieri sera tornando da una giornata stancante e poco produttiva di mercato, vestita con le mie calze colorate e la minigonna di jeans con i patch a quando col cavolo che ci sarei stata in gonna, perché avevo le gambe storte e robuste. Non grasse, forse, ma manco magre ecco. E ora, invece, me ne vado in giro con le mie gambette storte e robuste in mini fissa infischiandomene di cosa pensa la gente. Creo la mia bigiotteria a mio stile. Penso non da pecora. Vero è che questo non facilita l’incontro, almeno quello con la banalità. Ma forse sto andando o.t.
    Meglio stritolare la Iaia e fuggire con lei nel mondo di mezzo.

  11. Ciao a tutte le ragazze,vorrei tanto incontrare una ragazza se vi va potete conttatarmi al indirizz mail bertzy78@yahoo.com.Credo di essere un etero molto interesante in cerca di una ragazza interesante

  12. Puoi conoscere nuove persone partecipando a Pliggy!

    http://www.pliggy.com – Nuovo social network italiano

  13. bah…io sono dell’idea che i social network non sono la cosa migliore per conoscere gente interessante…però vorrei trovare anche io un modo per poter conoscere qualche uomo decente senza dover incappare in maniaci su internet o altri tipi di conoscenze sgradite. Io con i social network ho solo ritrovato gente che avevo perso di vista e la “ri-conoscenza” non è andata a buon fine. Inoltre frequento posti e faccio volontariato secondo i miei interessi ma di gente giovane in questo genere di cose non se ne trovano. Quelli impegnati socialmente sono i 40 enni con famiglia,,,ma è possibile?…bah….mi appello alla saggezza di qualcuna di voi per trovare qualche persona interessante,,,attendo consigli!

  14. Forse la soluzione è puntare sui figli dei… non dico 40enni… ma 60enni sì 😛

  15. eheheh è vero!!! è una bella idea! ma i 4oenni hanno ancora figli piccoli (adolescenti o anche meno) e anche se hanno figli grandi non li portano alle riunuioni e non li fanno partecipare alle iniziative! ufffff
    🙂

  16. Ciao a tutte, piacere.. mi chiamo Alessandro. Son capitato per caso su questo sito ed ho iniziato a leggere con curiosità i Vs commenti.

    Vedo che uomini e donne si pongono le stesse domande…dove conoscere gente interessante(leggi fidanzate/i o amici).

    Noto che c’è molta chiusura da parte del prossimo di conoscere gente..sia che si tratti di una ricerca sentimentale…che di amicizia.
    Poi magari son le stesse persone che si lamentano di non avere troppi amici…

    Nel mio caso per esempio ho moltissimi amici di cui alcuni considero come fratelli/sorelle. (guarda caso quasi tutti del sud…qua a Prato…c’è una chiusura inaudita) Però essendo loro quasi tutti in coppia..purtroppo nel weekend non ci sono. Mentre gli altri single uomini “dormono”,apatici e senza voglia di uscire. (zzzzzzz)

    Non amando le discoteche nel mio caso ho provato a far conoscenza facendo corsi (cucina, psicologia, sport, etc) ma ho sempre trovato gente troppo in là con l’età…uomini e zero ragazze..al limite qualcuna in coppia.
    Di ragazze neanche l’ombra.

    Ragazze Serie dotate di neuroni e magari pure dolci e solari 🙂 dove cappero stanno????

  17. A proposito di fiorentini è vero Firenze è una città molto chiusa io ci son nata e non ho amici dopo 20 anni che ho cresciuto i figli ora vorrei fare tante cose ma niente non c’è verso di conoscere nessuno e le vecchie amiche non ti chiamano mai, ma mai salvo non abbiamo bisogno di qualche favore (forse hanno paura che tu gli rubi il marito boh!!) poi questo fatto di non presentare le persone sembra che sia per una sorta di riservatezza in realtà è solo pura maleducazione che si è venuta sempre più affermando negli anni; non ci sono posti dove andare o sei un fighetto e chissà quali giri hai o sei uno sfigato e dove vai in S. Spirito???? 😦 non ci sono posti per persone normali se esci per strada e vai un po a giro nessuno ti considera nemmeno se stai delle ore seduta ad un bar con la scusa di un aperitivo, nessuno ti guarda o se lo fa lo fa come se tu fossi una povera scema, in centro ci sono solo stranieri, poi se è difficile per i 30 enni figurati tu per quelli che sono piuu vicini ai 50 che hai 40, ho provato ad andare a fare un corso di ballo, in palestra, a lavoro niente non si riesce ad uscire nemmeno per un pizza, che tristezza eppure io non son nè brutta, né priva di argomenti, né antipatica nè una che non si muove ………………………….

  18. Ciao Maria, è passato più di un anno da questo post, ma vedo che è sempre molto attuale.
    Io nel frattempo di gente ne ho conosciuta un bel po’, grazie a corsi di teatro e di disegno, vincendo un po’ la timidezza e frequentando spesso un locale che ormai è diventato una specie di seconda casa e in cui trovo molti coetanei 30enni. Tu ovviamente hai un’età un po’ più alta, per cui non avrebbe senso consigliarti quel locale, però… iscriversi a qualche corso (lascia fare le palestre, che di solito sono molto “puzza sotto il naso”, a parte quelle piccoline, forse). Collegati anche a Facebook. Sembrerà stupido ma se usato bene aiuta a riallacciare qualche rapporto e soprattutto a capire dove vanno quelli della tua generazione, anche grazie agli eventi. Altrimenti informati per fare la volontaria in qualche associazione in cui credi.
    In bocca al lupo!

    • ti ringazio ma ho fatto un corso di inglese e non è servito, su fb ho aggiunto tanta gente ma non è servito anzi ti senti ancora piu solo, certo l’erà non aiuta perchè si è conside rati vecchi e poi si ha meno tempo libero inoltre fare tante cose costa e non sembre c’è disponibilità economica anche per il volontariato non so anche li sono molto giovani e sempre ambienti chiusi sono un po disperata non credo che ci sia soluzione sai orami le ho provate davvero tutte se avessi 20/30anni mene andrei dall’italia (qua ci si muore di stenti e di solutidine) come gia volevo fare e non ho fatto mannaggia per vari ricatti affettivi. cmq grazie ciao

  19. Ciao a tutti/e,nn vi dico come sono…ma come mi sento:piena di vita,di cose da fare,di posti da conoscere,di amici cn cui parlare,di condividere cn gli altri sport,gite,chiacchere….
    Come mi descrivono:simpatica,piena di vita e di interessi,solare,”bella donna”.
    Esco cn Piu gruppi di amici…MA…..nn riesco a conoscere persone che abbiamo alcuni dei miei interessi…solo uomini e donne che vanno a ballare e che parlano di…niente!
    Continuo a conoscere invece donne cn cui ho molto in comune…ma gli uomini?dopo 1 attenta analisi ho capito che il genere maschile Piu vicino ai miei interessi nn frequenta ambienti di single(mentre le donne si),ma organizza la propria vita tra casa,lavoro ed amici(nn single).Allora?
    Conclusioni:forse sarebbe stato essere meno colta,con meno interessi,meno libera,cioè Piu vicina ai miliardi di uomini single in circolazione …
    Scusate lo sfogo..e’ la prima volta che mi succede di scrivere su internet(e penso anche l’ultima).Ma sono stufa di sentire sempre le solite frasi dette da donne,uomini,anziani,giovani,single,sposati…:”come si sta bene cn te !!..Beato chi ti farà innamorare”
    Eva

    • situazione simile…sono un tipetto che ragiona a modo suo e questo non aiuta le relazioni, più condividi le idee in circolazione maggiore è la possibilità di incastrare con una persona…meno lo fai, meno possibilità ehe 😉 ho gente con cui uscire, qualche donna ( perchè non sono di legno eheh 😉 ) ma alla fine dei conti non si incastra… alla fine “il niente” come dici tu, è sempre li…che poi ( non so bene per te..) per me non è “il niente” in senso lato, è solo che le persone hanno bisongo di fare gruppo, di sentire che le loro idee sono le stesse degli altri…ed è legttimo…per me il niente è quando una persona ragiona in modo troppo tipico e c’è un tipico per ogni ambiente ( il tipico della discoteca…dei concerti rock…il tipico dell’oratorio e dei locali per single etc..) e se non incastri in uno di questi tipici so dolori…hehe 😉 che poi non è così netto, ma sopratutto nei primi approcci se non hai qualcosa in comune è difficile…ho girato diversi ambienti nella mia vita, quello in cui più incastro è l’artistico … ma anche li nonostante vi sia più libertà mi capita di trovare troppe idee e preconcetti tipici di quegli ambienti e le persone ci restano quando sentono che le mie posizioni divergono in quanto non sono fatto per seguire…ma per pensare eheh 😉 ho fatto anche la rima! ahahhah 😉 è duro essere liberi..non c’è niente da fare 😉 ma io non riesco a seguire mi toglie troppo… posto la mia mail: fatti sentire se ti va, lo dico anche ad altre persone che potrebbero vivere una situazione simile alla mia hehe 😉 fondiamo un nuovo gruppo sociale! i liberì di.. ma solì così! ahha sto divagando ora ahha 😉 la mail: relampago27@hotmail.it ciaooooooo 😉 Francesco

    • ciao Eva,
      come va dopo questo tempo dalla data dell’annuncio? ci sono novità…? di dove sei? ciao Marco Trento

  20. Esatto cara Eva dicono che non ti manca niente che sicuramente troverai la persona per te quindi vai sempre bene, ma per qualcun’altro! Perche le donne istruite con interessi e indipendenti fanno paura perche costringono il maschio a mettersi in discussione sono, come mi sento sempre dire, impegantive, capisci a che livelli siamo, poi se sei forte non dai all’uomo la possibilità di sentirsi maschio per difenderti ed accudirti che per loro signifca magari farti fare un giro a qualche Outlet e come dissi una volta ad uno che mi disse ti porto a fare un giro all’outlet ,,,,, ed io gli risposi: se per questo ci posso andare anche da me ai grandi magazzini io cerco un uomo mica un taxi!!! conclusione sparito dalla circolazione
    ma io che son divorziata da sempre e che ho cresciuti i figli da sola, lavorando, ma da sola veramente, se non fossi stata indipendente morivo di fame………………… pero’ lì a portarmi a fare la spesa non mi ha mai aiutato nessuno perche devi essere economicamente indipendente, meglio se ricca di famiglia, ma debolina ingonrantina bisognosa della loro custodia e dipendente dai loro servizi le loro elemosine tipo il giro all’outlet dove non ti regaleranno mai niente stanne certa solo per guardare………… dall’altro lato troviamo la donna stupidina o più proprimanete superficiale che vive nella beata ignoranza che sta tutto il girono a limarsi le unghie e a stirarsi i capelli, che il massimo della sua cultura è il grande fratello e beatiful (programmi per me da censusare) non crea problemi nel senso che ti aspetta tanto non ha molto da fare e non ti mette indiscussione non si pone problemi sociali economici culturali o ambientali, la prendi te la porti a giro (e a letto) e poi la rimetti dove l’hai trovata! vuoi mettere quanta fatica in meno….. le donne emancipate sono destinate ad essere sole questa è la mia conclusione, amara ma vera, forse all’estero nel nord europa non c’è questa mentalità ma nell’Italia maschilista speci di questi tempi poi non vedo luce in fondo al tunnel del’ignoranza.

  21. Buona sera 🙂

    ma ci possono scrivere tutti qui? a quanto pare si ^_^
    sono seduto sulla veranda di casa mia a prendere un po’ di fresco mentre lavoro al computer ( ebbenesi anzichè stare in vacanza c’è chi lavora anche in questo periodo e poichè i tempi stringono si lavora anche di notte ) vabbeh direte voi checcenefrega? nulla era per fare un breve incipit, insomma sono qui che lavoro e siccome al momento sto aspettando che il computer finisca di fare una cosa, nel mentre sono andato su google ed ho scritto, conoscere gente nuova, anche io come voi sono preso dallo stesso attanagliante problema, me ne sto a Pisa da oramai qualche anno ed ammetto tristemente che non sono riuscito a creare quel parco di amicizie che avrei voluto:

    Palestra, si la faccio, ma molti sono o amici che già conoscevo, o “amici di palestra” e + di una pizza o una birra non si è andati oltre.

    Lavoro, qualche cena con i colleghi, ma anche lì purtroppo, il tempo tiranno m’ha tolto occasioni di approfondire le conoscenze, sebbene ho avuto la fortuna di trovarmi in un ottimo ambiente lavorativo con persone simpaticissime, per un motivo o per l’altro le occasioni di vedersi fuori le ho saltate quasi tutte.

    Pub o Bar?
    si ho i classici amici da bar, con cui ci si vede si prende il caffè si spara qualche battuta sul giornale del giorno e ci si incazza per la politica o per altre cose… ma finisce lì..

    Insomma amicizie piu strette, anche non necessarimanete conoscere donne con cui mettersi assieme, come si fanno?

    • vedi, peccato che stai a Pisa e io a Roma…

    • Quanto ti capisco.. non c’è verso di imbastire un qualche tpo di raporto sociale che vada oltre una pizza o una birra ogni tanto.. pensa che a volta dico a mia sorella.. dai, andiamo a “caccia” allora tacco 12, minigonna un sorriso malizioso ma non si riesce mai a parlarre con nessuno, invece mi è successo più di una volta, ad esempio alla mostra dell’artigianato, di andare a giro con jeans e scarpe da ginnastica, e quegli etero interessanti che tutte le 30 cercano appaiono interessati all’intereazione..

  22. sono riapparso dopo un po’ che non scrivevo 😛 in effetti è strano nei posti dove si va apposta per conoscere, finisce per lo più in un nulla di fatto e poi amicizie e conoscenze invece le fai nei luoghi dove meno te lo aspetteresti, forse perchè quando usciamo per conoscere ci facciamo mille dubbi e mille idee in testa arrivando poi infine a non concludere molto, invece nel momento di tranquillità in cui pensiamo a tuttaltro troviamo l’occasione di un dialogo piacevole, spesso è proprio questo che manca l’occasione di scambiare due chiacchiere alla buona con gente normale, magari così conoscere persone nuove, ma sopratutto su questa parola vorrei porre l’attenzione: CONOSCERE, è questo il vero problema, trovare un luogo, un tempo, un occasione di fare davvero la conoscenza di qualcuno, e scoprire così che magari quella persona è davvero interessante e merita di diventare parte della nostra vita, come amico, come compagno o anche solo come una persona con cui confidarsi ogni tanto ed a cui chiedere consigli

  23. ciao a tutti. ho avuto modo di fare uno studio approfondito sui rapporti uomini-donne. ho notato che rapportarsi e conoscere è una cosa naturale, ma oggi le persone affrontano questo gesto spontaneo con molto timore e con molte sovrastrutture. ci facciamo molti problemi e ci perdiamo una vita di probabili rapporti buoni ed esperienze interessanti. mi sono trovato a viaggiare molto nella mia vita e ho notato che da altre parti del mondo è molto più facile rapportarsi e conoscere. basta andare in un pub a farsi una birra, chiedere qualche info e fai parte di un gruppo. poi se sei simpatico e fai il bravo, ecco che fai belle amicizie. quello che dico è che non bisogna avere timore di conoscersi in società e frequentarsi per capire meglio che abbiamo davanti. anche dati i tempi e i rischi per via di vari matti, basta frequentarsi in pubblico e mano a mano che ci si conosce, nasce la fiducia e via. non ci dobbiamo chiedere come fare per conoscere gente, ma piuttosto, il perchè abbiamo perso questa spontaneetà nel socializzare. per esempio io mi reputo una persona interessante, piena di risorse, carino, socievole e divertente. sono aperto e friendly, ma la gente è musona, caspita, la vita è bella, conoscete, parlate e poi giudicate. questo è vivere. ciao a tutti. do la mia email per chiarimenti, dibattiti e perchè no, per conoscere persone nuove redmarkk@yahoo.it ciao. alessandro

  24. Ciao a tutti/e, l’argomento del post è sempre caldo, temo e noto che due anni sono passati dal primo intervento. E’ un tempo ragionevole. Allora, che ne è stato di fuffra, yly aishaqualcosa e Maria ? Cosa è successo in questi due anni? Ovviemente se sono qui sto rivolgendomi la medesima domanda e ho notato che molti di voi, uomini e donne sono di Firenze e dintorni. allora, facciamola finita… urge pizza+birra per dipanare la questione. Io alla discoteca non mi ci piego e ai concerti e teatri c’è un mare di teste bianche o di giovanissimi (io ne ho 45…) però ho la maledizione delle donne difficili, cioè mi piacciono solo quelle purtroppo… e i miei (ormai non frequentabili più per motivi familiari) amici non li vedo. Urge una soluzione ma persone con cui si possa parlare di qualcosa che non sia la meravigliosa 3F ( Fiorentina-Formula1-Figa) non se ne trovano (uomini sopratutto). Insomma sono qui da un paio di mesi a domandarmi che fare e quanti/e saranno come me? Allora facciamo qualcosa, partiamo da un punto e offriamo anche agli altri una strada. Come? Non so, vediamoci e inventiamo. Scrivete qui o andiamo a parlarne su facebook.

    • Siamo tutti di firenze appunto questo dice molto da sè, città chiusa in cui non entri, non c’è verso, gli ambienti son chiusi, ultimamente se provi anche ad attaccare bottone, al supermercato magari, con una battuta, minimo vieni fulminato all’istante, da uno sguardo tetro, mamma mia.
      Sono disposta a parlare ma di che? io ho 49 anni ed era cosi anche 10 anni fa e più sinceramente mi sarei anche rassegnata. Non mi piace la formula 1 nè tanto meno lo stadio, nemmno gli aperitivi e la disco, orami fuori tempo massimo per me, dimmi tu se hai altre idee, ti ascolto. Ciao

      • Bene, ti ascolto è una buona base e cosa rara. Cosa fare non so esattamente ma per rassegnarsi c’è tempo. Io ho perduto l’amore un anno fa e non mi sono ancora ripreso, sento qualcosa che dentro è rotto ma cio non significa che si debba rinunciare ai rapporti umani e a comprendere la vita. Stare qua per creare pil francamente non è nelle mie corde e per me (solo per me ovviamente) una vita senza emozioni non vale la pena di essere vissuta, poi tanti arrivano alla tomba comunque e magari ci stanno dentro, io al momento sono qui solo per i figli. Diamoci una mossa, se il modno è chiuso proviao ad aprirlo noi. In due siamo già tanti e sicuramente non siamo soli. Cosa possiamo fare? Diventare un polo di attrazione per risolvere questo problema non solo per noi due ma prima per gli altri. Sai che esistono tantisime persone che hanno questa esigenza proprio qui, a due passi da te, nel bar, nella casa di fronte o al supermercato. Loro magari non hanno trovato questi post. Come fare questo? Ho qualche idea da proporre, non so se va ma perchè non provare. Si parte in due e magari chi ci legge, da qui ci si muove, vediamo… Noi vediamoci, se vuoi, il prossimo sabato o dimmi tu, andiamo e studiamo la situazione,scambiamo qualche idea. Dobbiamo trovarci da qualche parte, è freddo quindi propongo il the delle cinque, come comanda la Regina Elisabetta il sabato 18 prossimo.alle Giubbe Rosse. Là si trovavano i futuristi e là possono gettare le basi i nuovi carbonari. E anche tu, che non sei Maria e che leggi questo post, fatti avanti, sei invitato/a alla riunione carbonara! Chi vuole raggiunga me e Maria. Non ci sono limiti di età, venga chi vuole, poi si vedrà. Poggerò sul tavolo una rosa e arriverò un quanto d’ora prima delle cinque, cercatemi.

  25. Tonne e Tonni d’Italia… ma qua si dorme come ghiri! Io ci ho provato a propore ma qua si vegeta… dunque non lamentatevi. La fortuna aiuta gli audaci, non chi si rinchiude fnella sicurezza di 4 mura….

  26. francesca1978

    ciao, mi chiedevo, qualcuna di voi dopo tutto questo tempo ha risolto la sua situazione?
    io sono di milano e mi spiace dirlo ma qua è un disastro , non so piu che fare….

    • Carissimi Paolo e Francesca (e l’incipit dice già tutto…) la situazione è diffcile ma non impossibile. Si tratta di darsi da fare (parecchio) e battere la testa (di più). Ognuno ci mette quello che ha, forse di questi tempi non è molot, come segnala Paolo, ma non si deve neanche perdere la voglia a causa dei risultati. Relazioni umane, questo bene prezioso, sono sempre cose da costruire. Io e Mria ci abbiamo provato e ci siamo visti, soli perchè altri non si sono aggiunti. E’ stata una bella giornata insieme, poi non ci siamo ancora rivisti perchè io ho una ex situazione che mi coinvolge ancora molto ma spero che avremo ancora occasione. Non si cerca amore ma amicizia, quella sincera, intanto. e sarebb bello essere anche di più a incontrarsi. Francesca siamo lontani ma se vuoi venire a vedere il cupolone ti facciamo da guida e si fa quattro chiacchiere davanti a un chianti. Ogni incontro, ogni idea, apre. e tu Paolo? Dove sei?

      • francesca1978

        grazie antonio per aver risposto e per l’invito. purtroppo la distanza è una difficoltà spesso…
        hai ragione quando dici che non si deve perdere la speranza ,ma a volte lo sconforto fa da padrone….
        io sono in un periodo in cui non ho la forza di sollevare la testa e dire basta a questa situazione..
        sarà che ognuno ci mette quello che ha, e andrebbe anche bene, io purtroppo vedo solo gente che chiede ma di metterci nemmeno le briciole….

  27. Blog interessante….. In passato si viveva in campagna, di gente se ne vedeva ben poca, oggi interagiamo con un sacco di persone ma ci sentiamo terribilmente soli. Quello che manca e’ ovviamente l’amore in senso lato, siamo incapaci di darlo e di riceverlo. Avere un amico-a, un compagno-a ecc vuol dire amarlo-a in modo incondizionato e credere fino a prova contraria che lui-lei faccia lo stesso, bisogna mettersi in gioco e nel momento del bisogno bisogna saper donare tutto all’altro senza bisogno di ricevere nulla in cambio. Oggi quasi nessuno sa piu’ farlo, siamo tutti sospettosi, bugiardi, siamo tutti troppo indaffarati ed egoisti, incapaci di donare qualcosa all’altro specie il nostro tempo… Non sorprende che la nostra vita sia costellata di amicizie fugaci, di relazioni intense ma che si sfaldano dopo poco….. una vita solitaria molto ma molto insoddisfacente

  28. Vuoi arrotondare il tuo stipendio? Oppure desideri una professione in completa autonomia? Trattasi di network marketing.Se vuoi arrotondare lo stipendio bastano pochissime ore alla settimana, se intendi farne la tua professione allora questa è l’occasione giusta per fare carriera divertendoti. Noto gruppo (FM group Italia) affermato nel campo dei profumi, cosmetici, prodotti per la casa e auto (azienda presente in 55 paesi del mondo),ti offre l’opportunità di farti guadagnare e fare carriera in completa autonomia…

    • Caro Angelo, tu e tutti quelli come te fanno veramente schifo. Prova a chiederti che misero essere umano sei tu che cerchi di mercificare scrivendo qui per sfruttare comercialmente le difficoltà delle persone. Disprezzo la tua incapacità di essere uomo. Ritirati e rifletti sulla tua misera condizione e torna se vuoi fra le persone quando lo meriterai almeno un briciolo di più:

  29. bè io ho trovato un sito per conoscere gente nuova…l’unica cosa è che è poco frequentato,ma l’idea che propongo a me piace: in pratica la gente che si incontra nella vita di tutti i giorni e magari si vorrebbe conoscere alla fine non puo per vari motivi…cioe a spiegarlo ora mi viene un po difficile è piu semplice leggerlo sul sito. in poche parole loro si sono inventati un nuovo “linguaggio” non verbale ma solo con gesti e cose cosi…cosi quando incontri gente per strada o in treno o al pub( insomma la classica occhiata che si vorrebbe conoscere ma o non si ha coraggio o si è tra amici e non si puo) con questo tipo di linguaggio “segreto” uno dovrebbe capire se l’altro è interessato o meno per conoscersi meglio. poi per approfondire la conoscenza e parlarsi in webcam si va sul sito che è piu o meno strutturato come un social network con annunci del tipo “io ero in via X il giorno X nella città X e ci siamo visti…”. a me piace come cosa, anche perchè è gratuito. lascio il link e magari ci si becca anche =P http://www.thecrewz.com

    • Grazie Marco. La faccenda ha l’aria un po delirante se vuoi però prima di sparare chiediamo chi è…. sono perplesso e un poco rattristato dal fatto che la nostra societàa sia composta da tante persone che non sanno essere se stesse. Se sei con una amica fuori e vedi uno che ti piace anche un po e ti dice due parole ma non dai seguito per non fare vedere all’amica che rispondi sei umanamente triste, come persona. Non hai il coraggio delle tue azioni. Ce ne sono tantissime di donne così. Magari ti danno relazione poi arriva l’amica e scompaiono… oppure peggio l’amica tronca la faccenda iniziando con le tipa un dialogo fitto fitto a due proprioomper fare fuori l’uomo che l’ha avvicinata così che lei non resta a piedi… una roba tremenda e così ce ne sono tantissime. …poi si lamentano che sono sole e non trovano un compagno e gli uomini non le avvicinano…. e te credo! Sveglia amiche mie che il tempo passa….

  30. credo che non esistano maschi da conoscere, altrimenti in qualche modo li avremmo conosciutii baciba

  31. Ho letto quasi tutti i comment e sono d’accordo con la fuffra che e molto difficile conoscere gente a Firenze …per me ancora di piu penso ,perche non sono nata e cresciuta qua.Mi piacerebbe davvero conoscere persone nuove e voglio proporvi una idea pazza 🙂 …mettiamoci d’accordo e se tutti noi che siamo qua a fare 2 chiacchiere siamo disposti di trovare un po di tempo libero e di coraggio a fare una uscita per un aperitivo ,qualcosa io ci sto .

    • Carissimi…io sto a Firenze… cause di forza maggiore (maschi infedeli) ho necessità di uscire… icchè si fa? 🙂

    • ciao, sono passati un pò di …. anni ,ma ho letto ora tt la conversazione, anche io di firenze e con lo stesso problema!!!!! hai trovato nel frattempo una soluzione valida????? io sono Laura

  32. Ho letto che state cercando un modo per conoscere delle ragazze a Padova e vorrei condividere la mia esperienza.
    Io mi sono trasferito per motivi di lavoro in questa città da qualche mese e dopo un po’ di tempo passato da solo
    ho voluto ascoltare il consiglio di un mio amico che si era affidato a un’agenzia matrimoniale per trovare nuove amicizie e ora
    mi sto vedendo con una ragazza da circa un mesetto e sono felicissimo!
    Vi lascio il link dell’agenzia a cui mi sono affidato http://bit.ly/15UeZeX , provate a mandare un annuncio!

  33. Boh … che dire conoscere gente nuova… beh dipende… dipende dalla gente che è sociale solo sul web all 70% e sociale dal vivosolo solo al 20%. inoltre a firenze poi c’è davvero una superficialità e un pregidizio da fare schifo…. esempio: se fermo una anche solo per dire ciao o un che ne so complimenti pensa subito che la voglio sxxxxxr 😛 ecc… cmq c’è un vuoto pazzesco nella gente e con sta crisi c’è anche gente sempre di più inxxxxta. poi per non parlare di chi si fidaza e sparisce. insomma manca anche il buon senso e il rispetto dell amicizia 😛 cmq basta pensare che a me piace stare con gente di ogni genere non m fo problemi invece vedo molti che se non stannocon gente rileccata si schifano… quindi ousismo portami via….. cmq boh se mi volete aggiungetemi a facebook 🙂 basta cercare su google kramaz michele bye ^_^ ps ritengo che bologna sia una città più take it easy 😀

  34. hello there and thank you for your info – I have certainly picked up something new from
    right here. I did however expertise several technical issues
    using this web site, as I experienced to reload the web site a lot of times previous to I could get it to
    load properly. I had been wondering if your hosting is OK? Not that I’m complaining, but sluggish loading instances times will sometimes affect your placement in google and could damage your quality score if advertising and marketing with Adwords. Anyway I am adding this RSS to my e-mail and can look out for a lot more of your respective fascinating content. Ensure that you update this again very soon.

  35. Ciao, se vuoi conoscere gente, prova su questo sito http://www.girlshop.it/?ac=mm2604 spero di esser stata utile altrimenti scusa il disturbo

  36. ciao, non pensiate che a Trento sia molto meglio, anzi… palestra, bar, amici vari, ma sempre le stesse persone, incredibili. Gente che sembrano camminare sopra le righe…. e poi alla fine rimangono anch’esse sole… Un disastro. Chi vuole mi scriva. ciao Marco.

  37. Mi trovo esattamente anche io nella stessa situazione, e perdipiù sono anche io di Firenze guarda caso! Confermo tutto su quanto è stato detto su questa città! -_-

  38. Confermo quanto detto su Firenze!Io mi sento ancora piu un pesce fuor d’acqua perchè ho 23 anni (e normalmente uno a quest’età non dovrebbe avere problemi sociali).. La consapevolezza di vedermi come una delle poche stronze che spesso passano le serate a casa invece che fuori a divertirsi, rende il tutto ancora piu deprimente, e la cosa mi mette un’ansia incredibile, come se stessi sprecando gli anni migliori della mia vita.

    Confermo anche che le persone più calorose e socievoli che ho conosciuto siano importate dal sud, ma purtroppo ho perso anche questi contatti, per più motivi..

    qualcuno ha la ricetta magica? Io sto impazzendo, i pochi amici che ho sono tutti Tristi&Fidanzati.. non una bella accoppiata.

    • Confermo. Scrivimi e ti metto in contatto con tipe della tua età. Ho un gruppo di gente che si diverte ma ę più grande. Dai 37 in su. Ciao! Comunque se vuoi facciamo un lab di scrittura creativa gratis. Fbook let lab, ę a fi.

    • Ciao,il post è un po’ vecchiotto me ne rendo conto ma io ci provo:) Anche io sono una ragazza di Firenze di 22 anni e che dire…hai praticamente descritto la mia triste situazione attuale. Qui tutto sembra morto,grigio,la gente è chiusa,si fanno sempre le stesse cose…io non ho la ricetta magica ma se in quest’ ultimo annetto la tua situazione non è cambiata posso proporti quattro chiacchiere in questa vivissima città:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: